Installazione Campeador (versione 2.10) su sistemi Unix



Il materiale di installazione é contenuto in un unico file di tipo tar, quindi compresso. Il nome del file dipende dalla piattaforma; ad esempio per IBM sará ibm.tar.Z. Nel seguito si userá questo nome (voi naturalmente farete le modifiche del caso)


Creare un directory

(ad es. /cam) e copiare in esso il file di installazione di Campeador (ad es. ibm.tar.Z):

(per l' ultimo comando si é supposto che il file di installazione risieda su floppy, e che /dev/rfd0 sia il nome dell'unitá; fare le modifiche del caso)

Decompattare i files:

Installare la libreria grafica di Campeador (solo per piattaforme IBM e Sun)

A partire dalla versione 2.00, Campeador puó funzionare in ambito XWindow o OpenGL. L' ambiente OpenGL permette prestazioni grafiche assai piú elevate. Tuttavia é possibile che tale ambiente non sia installato sul vostro sistema, o anche non installabile (ad esempio perché non supportato dalla vostra scheda grafica).

Per l'installazione della libreria grafica, é sufficiente copiare la versione prescelta della libreria (lib.ogl per OpenGL o lib.xw per XWindow) nell' apposito directory di sistema (in genere /usr/lib). Il nome di destinazione deve essere in ogni caso:

Ë assai probabile che questa operazione richieda particolari diritti (collegarsi come root o dare il comando su root)

(Sará sempre possibile cambiare versione della libreria grafica sovrascrivendo su libcampea)

Nota per gli utenti di Sun/OS. OpenGL non é supportato, e neanche la libreria lib.xw; usare lib.os, compilata con la vecchia versione del sistema operativo


L'installazione é terminata.

Campeador puó essere lanciato dando il comando <Directory_di_installazione>/p4 da una qualsiasi shell e working directory. Ad esempio, se il directory di installazione é /cam:

(non sono ammesse abbreviazioni; si veda la nota in fondo).


Per eventuali personalizzazioni fare riferimento al manuale

(Domande frequenti:

... a tutto questo troverete risposta nel manuale).


Nota importante sul lancio del programma

Nelle versioni precedenti la 2.10 era possibile l' uso di nomi abbreviati per il lancio del programma (ad esempio semplicemente p4 se eravamo giá nel directory di installazione).

Ora questo non é piú possibile; il nome completo é necessario per individuare i files di Campeador (msg.dt, lic.dt, param.dt, ...).

Se il nome del directory fosse troppo lungo e quindi risultasse fastidioso scriverlo ogni volta, si consiglia l'uso di una procedura. Nella forma piú semplice, la procedura é un file costituito da un' unica riga, contenente il nome completo dell'eseguibile. Esempio:

Creare dunque un file di questo tipo, e salvarlo in uno dei directory presenti nella lista di ricerca del sistema (provare ad esempio /usr/bin, o dare il comando echo $PATH per avere una lista) col nome, ad esmpio, cam; é probabile che ció richieda i diritti di root.
Quindi attribuire al file i diritti di esecuzione; ad esempio col comando:

Ora sará possibile il lancio di Campeador da qualsiasi shell e working directory semplicemente col comando:

I sistemisti esperti potranno sbizzarrirsi nell' implementazione di procedure piú complesse.